vlcsnap-2017-07-30-13h31m04s124

Daniele Salvo e Melania Giglio _ Riunione LSD

In quale mondo viviamo oggi? Con quale realtà ci misuriamo?

Smarriti, confusi, disorientati, continuiamo il nostro cammino quotidiano sul filo della follia. Questa realtà inventata, prodotta in serie, preparata a tavolino, confezionata ad hoc, ci illude di essere vivi.

Restiamo prigionieri del virtuale, sicuri della nostra unicità, irrimediabilmente soli, chiusi nelle nostre case, con le nostre certezze illusorie, i nostri affetti apparenti, i nostri simulacri di verità.

I persuasori occulti hanno tramutato le nostre emozioni in prodotti da svendere al miglior offerente. Come Agamennone torniamo a casa dopo il nostro lungo viaggio, difficile, compromettente, ormai estenuati, feriti a morte, con la speranza di un futuro migliore. Ma il futuro non esiste, non è dato. O forse è già stato venduto.

Ci rifugiamo nel passato quindi, nella nostalgia, che diviene a poco a poco, “nostalgia del futuro” , di un futuro impossibile.

Il monolite nero di Stanley Kubrick ci sovrasta: le Erinni del nostro tempo ci attendono alla prima svolta, l’esercito fantasma di Agamennone, come l’esercito dei soldati cadavere di Akira Kurosawa, popola le nostre notti.

Le vicende dei personaggi dell’Orestea avvengono su un pianeta lontano, le loro azioni sono cristallizzate nel tempo e si ripetono all’infinito, i loro gesti e i loro assassini accadono in un mondo altro, in una dimensione parallela. Il tempo, in fondo, è solo una confortante e tranquillizzante invenzione dell’uomo. E’ qualcosa di circolare.

Il progetto LSD vuole tracciare un percorso inedito: è una sfida alle Erinni del nostro tempo. Si affrontano temi complessi ed attualissimi: la mancanza di spiritualità nella nostra vita quotidiana, il crollo del sentimento religioso, le pulsioni ancestrali della mente umana, il sesso, il controllo della violenza nella società, il concetto di Giustizia e di Legge, la fondazione dell’etica del cittadino moderno, la nuova “democrazia” che diverrà poi oligarchia travestita da democrazia, il delitto definitivo. Le Furie, che rappresentano le antiche leggi, nel testo di Eschilo verranno “addomesticate” attraverso un artificio : ma saranno placate solo temporaneamente, per un tempo definito. Pierpaolo Pasolini sosteneva che le Furie, ai nostri giorni, sono tornate e sono loro a detenere il vero potere nella nostra società.

Queste forze multiformi, distruttive, mostruose, si nascondono oggi negli interstizi della nostra quotidianità, sotto mentite spoglie, e ci tolgono la speranza di un futuro migliore, di una nuova alba creativa.

Workshop Daniele Salvo_ Monkey Mood Ottobre 2016

Non resta che unire le forze, combattere insieme, lavorare in sinergia con onestà e rigore, per creare nuove traiettorie possibili.

Essere attori o registi oggi, essere Artisti, in un Paese in cui la Cultura viene sottovalutata, derisa e depauperata, è molto difficile : è una scelta di vita. E come tale richiede sacrificio e dedizione assoluta.

Con il nostro lavoro vogliamo essere uomini migliori, vogliamo che la nostra natura spirituale si arrichisca mettendo in campo la nostra fragilità e la nostra forza.

Tentiamo insomma di trovare una strada verso la luce.

“Tutti gli uomini recitano. Tranne alcuni attori.”  

E. Ionesco

Daniele Salvo

Daniele Salvo: Tentiamo di trovare una strada verso la luce
Tagged on: